06 36001374 info@anacap.it

TAR Toscana 1089 del 9/11/2011: Imposta di soggiorno – Respinta la domanda cautelare

18 Nov 2011 | ARCHIVIO STORICO

TAR Toscana 1089 del 9.11.2011 – Imposta di soggiorno

Il TAR Firenze Sez. I con l’ordinanza n. 1089 del 9/11/2011 ha respinto l’istanza di sospensiva avverso il regolamento con il quale l’Unione dei Comuni Valdarno e Valdisieve ha istituito l’imposta di soggiorno. Si tratta dell’ennesimo contenzioso intrapreso dagli albergatori, anche questo conclusosi negativamente, seppure limitatamente alla fase cautelare. Al momento risultano pendenti 7 ricorsi: sono stati impugnati i regolamenti comunali di Firenze, Venezia, Padova, Otranto (Lecce), Cassano Allo Ionio (Cosenza), Isole Tremiti (Foggia), Unione dei Comuni Valdarno e Valdisieve (Firenze). Della vicenda se stanno quindi occupando cinque TAR diversi: Firenze, Venezia, Lecce, Catanzaro e Bari. La fase cautelare si è comunque conclusa favorevolmente per gli enti locali e negativamente per gli albergatori. Le ragioni di tale esito risiedono principalmente nella natura della fase cautelare, notoriamente limitata ad una cognizione sommaria della lite. Ciò comunque non pregiudica l’esito finale che invece richiede una valutazione piena e ponderata nel merito della vicenda. In sostanza i TAR hanno motivato il rigetto della sospensiva per due ragioni fondamentali: la prima, costituita dalla mancanza di interesse delle categorie ricorrenti, in quanto non destinatarie ultime dell’imposizione, di fatto rivolta ai turisti che soggiornano nella città; la seconda, costituita dalla natura meramente patrimoniale del danno posto a fondamento dell’istanza di sospensiva, e quindi privo di quei requisiti di gravità ed irreparabilità invece indispensabili per l’ottenimento della sospensiva. E’ stata inoltre affermata l’assenza di danno grave e irreparabile.