06 36001374 info@anacap.it

Cass. Civ. 8088/2010 – TARSU rifiuti speciali non assimilabili

19 Mag 2010 | ARCHIVIO STORICO

Con la sentenza n. 8088 del 2/4/2010 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione si è espressa in ordine ai limiti del potere di assimilazione dei comuni nonché sulla tassabilità dei depositi delle attività
produttive. Nella fattispecie la Cassazione, dopo aver evidenziato le numerose modifiche normative in materia di smaltimento dei rifiuti, fa presente che con l’entrata in vigore della legge n. 128/1998 è stato reso
operativo il d.lgs. n. 22/1997 (c.d. decreto “Ronchi”) e, conseguentemente, reintrodotto (vedi articoli 7 e
21 di detto decreto) la necessità di un provvedimento dell’ente impositore di assimilazione ai rifiuti urbani
dei rifiuti speciali derivanti da attività commerciali, industriali e di servizi, tra le quali è astrattamente iscrivibile quella esercitata dalla contribuente.