06 36001374 info@anacap.it

CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V – sentenza 18 settembre 2009 n. 5589 – offerte anomale

18 Set 2009 | ARCHIVIO STORICO

Il giudizio di verifica della congruità di un’offerta anomala ha natura globale e sintetica sulla serietà o meno dell’offerta nel suo insieme e costituisce espressione paradigmatica di un potere tecnico-discrezionale dell’Amministrazione di per sé insindacabile in sede di legittimità, salva l’ipotesi in cui le valutazioni siano manifestamente illogiche o fondate su insufficiente motivazione o affette da errori di fatto (1). Deve pertanto ritenersi illegittima una sentenza che tenta di sindacare l’offerta sotto il profilo della mancata alligazione dell’analisi dei costi, la quale rappresenta l’esito di una non consentita valutazione di merito