06 36001374 info@anacap.it

Corte di Cassazione sentenza n. 22677/2007

29 Ott 2007 | ARCHIVIO STORICO

La notificazione dell’avviso di accertamento tributario deve essere effettuata secondo il rito previsto dall’art. 140 c.p.c. quando siano conosciuti la residenza e l’indirizzo del destinatario, ma non si sia potuto eseguire la consegna perché questi (o altro possibile consegnatario) non è stato rinvenuto in detto indirizzo, da dove tuttavia non risulta trasferito, mentre deve essere effettuata applicando la disciplina di cui all’art. 60, lettera e), del D.P.R. n. 600 del 1973 – sostitutivo, per il procedimento tributario, dell’art. 143 c.p.c. – quando il messo notificatore non reperisca il contribuente che, dalle notizie acquisite all’atto della notifica, risulti trasferito in luogo sconosciuto.