06 36001374 info@anacap.it

Ministro Interno circolare 2/10/2012 sugli equilibri di bilancio 2012

27 Ott 2012 | ARCHIVIO STORICO

Con circolare n. 11 del 2/10/2012 il Ministro dell’Interno è intervenuto in merito al termine per l’adozione del provvedimento di salvaguardia degli equilibri di bilancio dell’esercizio 2012 ai sensi dell’art. 193 del TUEL. Sul punto il Ministero, considerate le molte richieste di chiarimento pervenute e la loro rilevanza in ordine agli adempimenti ordinamentali degli enti locali, ha ritenuto utile rappresentare le proprie valutazioni con riferimento al quadro normativo aggiornato. Il Viminale ha in primo luogo richiamato la risposta all’interpellanza parlamentare n. 2-01656 del 13/9/2012 (in TN n. 19/2012), secondo cui l’equilibrio di bilancio fosse obbligatorio entro il 30 settembre 2012 solo per i comuni che avessero già approvato il bilancio prima di tale data. Tuttavia, ulteriori aggiornati elementi hanno messo in evidenza, anche rispetto agli enti locali che hanno approvato il bilancio prima del termine del 30 settembre dell’esercizio in corso, che non è ancora avvenuta la definizione di alcuni aspetti dai rilevanti risvolti in termini di effetti finanziari che richiedono di essere valutati ai fini di dare atto del permanere degli equilibri di bilancio. Ci si riferisce, in particolare, alla riduzione di risorse previste dall’art. 16 commi 6 e 7 del d.l. n. 95/2012, che non ha trovato ancora quantificazione di dettaglio per singolo ente locale, oltre alla necessità di procedere a revisioni dei dati IMU alla luce dei versamenti effettuati entro il 17 settembre scorso con
riferimento alla rata IMU relativa alle abitazioni principali. Pertanto, alla luce del descritto quadro normativo e delle nuove stime in via di elaborazione, il Ministero ritiene che, mancando ancora elementi definitivi sulle risorse in entrata degli enti locali e, quindi, tutti i presupposti necessari, la delibera di salvaguardia degli equilibri di bilancio di cui all’art. 193 non possa essere oggettivamente adottata anche da parte degli enti che risultano aver approvato il bilancio di previsione prima del 30 settembre, in attesa dell’acquisizione dei dati. Tale circolare è comunque da intendersi superata alla luce della statuizione di cui all’articolo 9, comma 1 del decreto legge 10 ottobre 2012, n. 174, che ha prorogato al 30 novembre il termine per approvare il provvedimento di salvaguardia degli equilibri di bilancio 2012.