06 36001374 info@anacap.it

Legge 15 ottobre 2013, n. 119 di conversione del d.l. 93/2013: slittano al 30 novembre i termini per il riequilibrio di bilancio

29 Nov 2013 | ARCHIVIO STORICO

Sulla Gazzetta Ufficiale del 15/10/2013 è stata pubblicata la legge 15 ottobre 2013, n. 119 , di conversione del decreto-legge 14 agosto 2013, n. 93, recante disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere, nonché in tema di protezione civile e di commissariamento delle province. Le modifiche apportate in sede di conversione sono entrate in vigore il 16/10/2013.
Si riporta l’art. 12-bis rubricato ”Disposizioni finanziarie per gli enti locali”:
1. All’articolo 1, comma 381, della legge 24 dicembre 2012, n. 228, e successive modificazioni, è aggiunto, in fine, il seguente periodo: «Tale delibera, per gli enti locali che hanno approvato il bilancio di previsione entro il 31 agosto 2013, è adottata entro il termine massimo del 30 novembre 2013».
2. Il termine di cui all’articolo 1, comma 9, del decreto-legge 8 aprile 2013, n. 35, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 giugno 2013, n. 64, è differito al 31 dicembre 2013.
Si riporta il testo dell’articolo 1, comma 381, della citata legge n. 228 del 2012, come modificato dalla legge 119/2013:
«Art. 1. (Omissis). 381. Per l’anno 2013 è differito al 30 settembre 2013 il termine per la deliberazione del bilancio di previsione degli enti locali di cui all’articolo 151 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali approvato con decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267. Ove il bilancio di previsione sia deliberato dopo il 1° settembre, per l’anno 2013 è facoltativa l’adozione della delibera consiliare di cui all’articolo 193, comma 2, del citato testo unico di cui al decreto legislativo n. 267 del 2000. Tale delibera, per gli enti locali che hanno approvato il bilancio di previsione entro il 31 agosto 2013, è adottata entro il termine massimo del 30 novembre 2013. (Omissis).».
Si riporta il testo dell’articolo 1, comma 9, del decreto-legge 8 aprile 2013, n. 35, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 giugno 2013, n. 64 (Disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento di tributi degli enti locali), come modificato dalla legge 119/2013:
«Art. 1. (Omissis). 9. Per l’anno 2013, il limite massimo di ricorso da parte degli enti locali ad anticipazioni di tesoreria di cui all’articolo 222 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, è incrementato, sino alla data del 31 dicembre 2013, da tre a cinque dodicesimi. (Omissis).».
Si segnala che il Ministero dell’interno ha diramato il 16/10/2013 un comunicato sul provvedimento di salvaguardia degli equilibri di bilancio degli enti locali per l’anno 2013, evidenziando le novità introdotte dalla legge 119/2013.