06 36001374 info@anacap.it

Incompatibilità ed inconferibilità degli incarichi:Linee Guida ANAC

18 Mag 2016 | ARCHIVIO STORICO

L’Anac ha reso pubblica una prima bozza delle linee guida sul procedimento di accertamento delle inconferibilità e incompatibilità degli incarichi ex Dlgs 39/2013, destinate a orientare il responsabile della prevenzione della corruzione, quale organo deputato alla vigilanza interna della disciplina in questione. Secondo le linee guida, la materia dell’inconferibilità e incompatibilità è soggetta a un doppio livello di controllo, uno di tipo interno affidato al responsabile della prevenzione della corruzione di ciascuna pubblica amministrazione, ente pubblico o ente privato in controllo pubblico, e l’altro esterno, proprio dall’Anac.
Il coinvolgimento diretto del responsabile della prevenzione della corruzione è un tassello indispensabile del sistema, visto che, in forza dell’articolo 15 del decreto n. 39, il responsabile della prevenzione della corruzione vigila, anche mediante quanto previsto nel piano anticorruzione, sul rispetto delle disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità.
In caso di violazione per inconferibilità è prevista la nullità del contratto (articolo 17), mentre quando ci si trovi in una situazione di incompatibilità è prevista la decadenza dall’incarico trascorsi 15 giorni dalla diffida del responsabile della prevenzione della corruzione, che richieda di optare per uno dei due incarichi risultati incompatibili (articolo 19).

Linee_guid_39_2013