06 36001374 info@anacap.it

Gestori di reti di comunicazioni soggetti solo a Tosap

5 Apr 2016 | ARCHIVIO STORICO

I gestori delle reti di telecomunicazioni sono soggetti unicamente al pagamento della Tosap (o Cosap) e non sono tenuti ad assolvere altri oneri, tra cui il canone concessorio previsto dall’articolo 27 del Codice della strada. Lo afferma con chiarezza il Dlgs 33/2016, adottato in attuazione della direttiva europea sulle reti di comunicazione elettronica ad alta velocità, all’articolo 12 comma 3.
La disposizione in oggetto stabilisce che l’articolo 93 comma 2 del Dlgs 259/2003 (Codice delle comunicazioni elettroniche) «si interpreta nel senso che gli operatori che forniscono reti di comunicazione elettronica possono essere soggetti soltanto alle prestazioni e alle tasse o canoni espressamente previsti dal comma 2 della medesima disposizione». Quest’ultima prevede che, oltre alle spese di sistemazione e ripristino delle aree pubbliche interessate da interventi di installazione di reti di comunicazione elettronica, gli operatori non siano tenuti a pagare nessun altro onere ad eccezione della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (Tosap) o della variante patrimoniale costituita dal canone (Cosap).

33