06 36001374 info@anacap.it

Determinazione dei valori delle aree edificabili

22 Mar 2013 | ARCHIVIO STORICO

Cassazione 1661 del 24.1.2013

Con la sentenza n. 1661 del 24/1/2013 la Sezione Tributaria della Cassazione si è pronunciata sulla questione relativa al provvedimento di determinazione dei valori delle aree edificabili ai fini ICI, nella fattispecie adottati con delibera di Giunta Comunale. La Cassazione ritiene infondata l’eccezione di incompetenza della Giunta comunale, in virtù del pregresso orientamento giurisprudenziale (Cass. 16702/2007 e 9216/2007) secondo cui l’attribuzione del potere del Consiglio comunale di emanare regolamenti può essere devoluto alla Giunta cui la materia ICI è stata riassegnata dal d.lgs. n. 267/2000. In particolare Cass. n. 16702/2007 ha statuito che in tema di imposta comunale sugli immobili (I.C.I.), poichè l’art. 59 comma 1 lett. g) del d.lgs. n. 446/97, riconosce al consiglio comunale la facoltà di “determinare periodicamente e per zone omogenee i valori venali in comune commercio delle aree fabbricabili, al fine della limitazione del potere di accertamento del comune qualora l’imposta sia versata sulla base di un valore non inferiore a quello predeterminato”, i regolamenti comunali adottati in proposito, ai sensi dell’art. 52 del medesimo D.Lgs., pur non avendo natura imperativa, sono assimilabili agli studi di settore, nel senso che si tratta di fonti di presunzioni dedotte da dati di comune esperienza idonei a costituire supporti razionali offerti dall’amministrazione al giudice, ed utilizzabili, quali indici di valutazione, anche retroattivamente, analogamente al c.d. redditometro. Di tale potere può fare uso la Giunta comunale, cui la competenza in materia di I.C.I., già del Consiglio comunale, è stata riassegnata dal d.lgs. n. 267/2000. Si tratta di conclusioni non condivisibili o quantomeno non applicabili alle annualità dal 2007 in poi, dal momento che la legge finanziaria 2007 ha trasferito la competenza per l’adozione delle aliquote ICI dalla giunta al consiglio comunale. Inoltre, la stessa Sezione Tributaria, con la pronuncia n. 13105 del 25/7/2012 (in TN n. 17/2012) ha chiarito i rapporti, in termini di competenza, tra il Consiglio e la Giunta in ordine alla determinazione dei valori delle aree edificabili ai fini ICI: il consiglio comunale, se si intende autovincolare il potere di accertamento; la giunta comunale, se si vogliono diramare semplici direttive interne.