06 36001374 info@anacap.it

Conversione in legge del “milleproroghe”: Senato approva, alla Camera l’ultima parola

23 Feb 2012 | ARCHIVIO STORICO

Il 15 febbraio scorso il Senato ha approvato la legge di conversione del decreto “milleproroghe” n. 216 del 29/12/2011, con alcune modifiche (che non riguardano la fiscalità locale), quindi il provvedimento torna ora alla Camera dei Deputati – in seconda lettura – per l’approvazione definitiva (i termini per la conversione scadono il 27/2/2012). Si riportano di seguito le novità in materia di tributi locali:

TARSU-TIA in Campania (art. 13, comma 5): viene prorogato a tutto il 2012 il regime provvisorio previsto dall’art. 11 del d.l. n. 195/2009; la disposizione originaria del decreto interveniva invece solo sulla gestione ambientale dei rifiuti (comma 2-ter) non toccando in alcun modo la parte tributaria (commi 5-bis, 5-ter e 5-quater).

modifiche in materia di riscossione (art. 29, commi 5-bis e 8-bis): il comma 5-bis dell’art. 29 è finalizzato a risolvere un contrasto interpretativo sorto sulla disposizione del d.l. 70/2011, che a seguito delle modifiche introdotte dal decreto “Monti” avrebbe impedito a comuni e concessionari privati di avvalersi dell’ingiunzione fiscale, provocando un blocco totale della riscossione coattiva; tuttavia la modifica non sembra cogliere nel segno (non trattandosi di una disposizione interpretativa) con la conseguenza che la questione rischia di complicarsi ulteriormente; con il comma 8-bis si estende ai comuni della regione siciliana la portata della lettera gg-ter, cioè della disposizione che prevede l’uscita di Equitalia dal comparto delle entrate comunali dal 2013, rendendo così applicabile il regime all’intero territorio nazionale (dal 2013 anche i comuni siciliani non potranno più contare sullo strumento del ruolo e dovranno pertanto provvedere diversamente).

proroga accatastamento fabbricati rurali (art. 29, comma 8): viene ulteriormente prorogato al 30 giugno 2012 il termine per la presentazione delle domande di variazione della categoria catastale per i fabbricati rurali (procedura prevista dal d.l. 70/2011).

proroga adozione bilanci (art. 29 comma 16-bis): il termine per l’adozione del bilancio di previsione, già prorogato al 31 marzo 2012, viene ulteriormente differito al 30 giugno 2012, consentendo peraltro ai comuni di adottare o modificare i propri regolamenti sulle entrate nonché le delibere tariffarie entro il 30/6/2012 con efficacia retroattiva al 1° gennaio 2 012.