06 36001374 info@anacap.it

Cassazione 23895 del 15/11/2011: TARSU – il detentore è colui che dispone dell’immobile a qualsiasi titolo

27 Dic 2011 | ARCHIVIO STORICO

Cassazione 23895 del 15.11.2011 – TARSU

La Sezione Tributaria della Cassazione, con l’ordinanza n. 23895 del 15/11/2011 è intervenuta in ordine alla soggettività passiva ai fini Tarsu, chiarendo la figura del “detentore”. Nella fattispecie la Cassazione evidenzia che l’art. 63 in materia di Tarsu contempla espressamente e distintamente come debitori della tassa da coloro che “occupano o detengono” il bene assoggettato a tributo. Ebbene, tale disposizione chiaramente inserisce nella seconda categoria non solo i soggetti esercenti la detenzione della cosa nei sensi e nei limiti stabiliti dall’art. 1140, comma 2, del codice civile, nè tanto meno intende rivolgersi esclusivamente al conduttore dell’immobile, bensì assoggetta alla tassa chiunque possa disporre a qualsiasi titolo (proprietà, possesso, detenzione) del bene stesso, quand’anche di fatto non lo occupi, essendo la categoria degli occupanti materiali considerata a parte. La Cassazione conferma così la decisione della CTR, che ha fatto malgoverno del richiamato principio.