06 36001374 info@anacap.it

Cassazione 22202 del 26/10/2011: TARSU – decadenza per tardiva iscrizione a ruolo

18 Nov 2011 | ARCHIVIO STORICO

Cassazione 22202 del 26.10.2011 – TARSU

La Sezione Tributaria della Cassazione, con l’ordinanza n. 22202 del 26/10/2011 si è pronunciata in ordine alla decadenza del comune dal potere di riscossione per tardività dell’iscrizione a ruolo, ai sensi del d.lgs. n. 507/93. I giudici di merito avevano respinto il ricorso di un contribuente, il quale sosteneva la decadenza per tardiva iscrizione a ruolo delle cartelle di pagamento Tarsu per gli anni 1999 e 2000. In particolare la CTR riteneva fuorvianti e inconferenti le argomentazioni poste a base dell’impugnazione, vertendosi in tema di tributi liquidati sulla base di accertamenti divenuti definitivi ed esecutivi e, come tali, soggetti ai normali termini di prescrizione del diritto di esazione e non più suscettibili dei lamentati vizi di tardiva iscrizione a ruolo e di formazione della cartella. Da qui il ricorso in Cassazione proposto dal contribuente, il quale deduce la violazione dell’art. 72 comma 1 del d.lgs. n. 507/93 e formula il seguente quesito di diritto: “Qualora l’importo del tributo, delle addizionali, degli accessori e delle sanzioni, liquidati sulla base di accertamenti resisi definitivi per mancata impugnazione, ed emessi in materia di Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani di cui al d.lgs. n. 507/93, venga iscritto in ruoli formati e consegnati al concessionario per la riscossione successivamente al termine di 1 anno dalla notifica del medesimo avviso di accertamento, la pretesa tributaria dell’ente impositore, qualora tale vizio sia stato sollevato mediante l’impugnazione della relativa cartella di pagamento, è da considerarsi decaduta?”.