06 36001374 info@anacap.it

ANCI Toscana 31/7/2013: parte il monitoraggio per la gara sulla riscossione

3 Ott 2013 | ARCHIVIO STORICO

l 31 luglio 2013 ANCI Toscana ha inviato ai comuni della regione una bozza di lettera di manifestazione di interesse per la gestione delle attività proprie della riscossione volontaria e coattiva. Alle amministrazioni aderenti all’iniziativa verrà inoltrato lo schema di deliberazione e il testo della Convenzione con la quale si formalizzerà il rapporto con la Centrale di Committenza e/o Stazione Appaltante, necessario per la indizione della gara. La procedura ad evidenza pubblica dovrebbe partire entro il prossimo autunno, così da garantire che siano annoverate tutte le richieste degli enti e siano assicurati i tempi tecnici per l’avvio delle soluzioni entro la prima metà del 2014. Viene utilizzato lo strumento della convenzione (previsto anche dalla normativa regionale: art. 45 comma 1 L.R. Toscana n. 38/2007) per effettuare un’unica procedura di gara, con il coordinamento dell’Anci Toscana: ci sarà quindi un comune capofila e tanti comuni aderenti alla convenzione. E’ stata invece annullata la procedura indetta da ANCI Riscossioni, ancorché conclusasi con l’individuazione del partner privato (si veda TN n. 6/2013) senza tuttavia pervenire alla formale aggiudicazione. In un comunicato del 24/6/2013 si legge che “la grande incertezza normativa sulla riscossione degli Enti locali e il ripetersi, da ultimo ancora in questi giorni, di proroghe del termine di cessazione delle attività di Equitalia hanno invece indotto l’ANCI ad annullare quella procedura di gara per procedere, anche in collaborazione con i soggetti privati che hanno avanzato le proprie candidature, ad ipotesi operative di supporto ai Comuni più flessibili e adeguate alle evoluzioni normative ormai non più rinviabili”. Tra le altre iniziative analoghe si segnala quella della Regione Emilia Romagna (agenzia regionale Intercent), conclusasi il 5/2/2013 con l’aggiudicazione della gara per l’affidamento delle attività di supporto alla gestione dei tributi locali, predisposta in 9 ambiti territoriali coincidenti con le province (in TN n. 4/2013). La soluzione di bandire una gara unica su base regionale dovrebbe fare da apripista ad altre regioni, tra cui la Toscana, il Piemonte e la Lombardia. A luglio 2013 la Regione Toscana ha peraltro indetto una gara avente ad oggetto “evoluzione e sviluppo del sistema Tosca: catasto, fiscalità e territorio”, che dovrebbe interessare sia la stessa regione (per un importo di 2,1 milioni di euro) che altre amministrazioni aderenti (importo di 6,3 milioni di euro), con riflessi anche sulla gestione dell’IMU e della TARES, attraverso l’incrocio di diverse banche dati. Si segnala infine l’iniziativa di Legautonomie, che attraverso la società partecipata Leganet (assieme ad Aipa s.p.a, Andreani Tributi s.p.a. e Tecnologia & Territorio srl), ha lanciato a luglio di quest’anno la sua Rete di imprese per la riscossione. Le imprese hanno siglato un Contratto di Rete in forza del quale si
alleano per collaborare nei propri settori di attività in ambiti attinenti ricerca e sviluppo, marketing e formazione. La Rete è aperta all’ingresso di altre società, in grado di dare garanzie di correttezza e affidabilità nel rapporto con gli enti locali e i contribuenti.