06 36001374 info@anacap.it

ANACAP-ASCOTRIBUTI: incontro 2/2/2012 con ANCI – approfondimento delle problematiche sulla riscossione delle entrate locali

23 Feb 2012 | ARCHIVIO STORICO

Il 2 febbraio scorso si è tenuto a Roma un incontro, presso la sede dell’ANCI, tra le Presidenze di Anacap ed Asco Tributi locali (nelle persone dell’avvocato Pietro Di Benedetto e del Dottor Lanfranco Tavasci) e il Consigliere delegato alla Fiscalità locale dell’ANCI (dottor Sergio Castelli, Sindaco di Ascoli Piceno) con i responsabili tecnici del settore dottoressa Silvia Scozzese e dottor Andrea Ferri. L’incontro era stato richiesto dalle due Associazioni di categoria dei concessionari dei tributi locali (Anacap e Asco Tributi locali) per discutere sulla materia della riscossione delle entrate locali, a seguito delle ultime vicende legislative molto spesso confuse, frammentarie e, talvolta, addirittura contrastanti tra di loro (questa Rivista si è più volte occupata della questione: cfr., da ultimo, TN n. 3/2012). Dinanzi a tale situazione, una pausa temporale è arrivata per effetto della proroga, al 31 dicembre 2012, dell’attuale regolamentazione dei servizi di riscossione delle entrate locali. Le Associazioni in prefetto accordo con l’Anci, hanno intenzione di utilizzare tale periodo per un approfondimento comune di tutte le problematiche esistenti al fine di condividere e proporre le modifiche necessarie per dare al sistema un assetto gestionale, coerente e definitivo, in linea con le esigenze rappresentate dal mondo dei Comuni, ma nel doveroso rispetto, non solo dell’autonomia regolamentare degli stessi, ma anche dei diritti e delle aspettative imprenditoriali delle aziende cui sono affidati i servizi di fiscalità locale. A partire già dal corrente mese di febbraio, si darà il via ad una serie di incontri dedicati appunto ad un confronto franco e senza pregiudizi sulle problematiche e sulle disfunzioni che caratterizzano l’attuale andamento del servizio nell’ottica di individuare, per quanto possibile, un percorso comune di proposte che assicurino le modifiche necessarie a garantire quelle certezze operative e quella sistemazione definitiva ed equilibrata di cui l’intero sistema ha assoluto ed urgente bisogno.